Occupati nel settore commercio: segnali ottimistici con un leggero segno positivo

In un contesto di fragile ripresa e di difficoltà del mercato del lavoro, è comunque un timido segnale positivo perchè  la riduzione del numero di inattivi (quasi 70.000 unità ) si traduce in una crescita, di uguale misura, non solo dei disoccupati ma anche degli occupati invertendo così la tendenza: questo il commento dell’Ufficio Studi Confcommercio ai dati sulla disoccupazione diffusi oggi.

Quello che, invece, desta ancora grande preoccupazione, prosegue le nota – è il difforme andamento occupazionale nelle diverse aree del paese. Sulla base dei dati trimestrali Istat, infatti, a fronte di una significativa crescita degli occupati nei primi due trimestri del 2010 nella macro-ripartizione del Nord-Centro, si registra una continua caduta di lavoratori nel Mezzogiorno, tanto da potersi ipotizzare che la modesta ripresa che si legge sui dati medi del Paese non si sia, in realtà , ancora manifestata nel Sud.

Comments

comments

Leave a Reply