Category Archives: Servizi

Gli elementi principali della polizza assicurativa auto

Polizza RC auto

La polizza RC auto (RCA), serve ad assicurare le automobili che circolano in Italia, e in caso di sinistro, l’assicurazione risarcirà i danni al posto nostro.

La polizza RC auto è obbligatoria per legge se si vuole circolare in Italia e qualora, in caso di incidente, non ne fossimo provvisti, c’è un’ammenda di € 2.750, il pagamento dei danni provocati a terzi e il sequestro dell’auto.

La polizza RC auto (responsabilità civile) copre tutti i danni da noi provocati, in un incidente stradale, a persone e cose.

Il conducente del mezzo in caso di sinistro con colpa non è coperto dal risarcimento assicurativo, per essere risarcito deve fare una polizza assicurativa aggiuntiva.

Oltre la polizza RC auto, esistono altre coperture assicurative aggiuntive per il furto, l’incendio, atti vandalici, kasko, eventi socio-politici, eccetera.

Assicurazione auto il Bonus Malus

Il Bonus-Malus è un sistema di calcolo applicato al contratto diassicurazione auto, che aumenterà o diminuirà secondo la condotta più o meno prudente del conducente.

Il sistema Bonus-Malus è una sorta di strumento meritocratico, cioè chi nell’ultimo anno non ha provocato incidenti, sarà premiato con la diminuizione della classe di merito (scende di un punto), chi al contrario ha avuto sinistri con colpa, sarà declassato (punito) di due posizioni.

La classe di merito è composta da 18 posizioni, quando si apre un nuovo contratto di assicurazione auto, viene assegnata la classe 14, e si salirà (Malus) o scenderà (Bonus) in base alla prudenza o incuria del conducente.

Dato che aprire un nuovo contratto di assicurazione auto costa “un botto”, mi sento in dovere di parlarVi della legge Bersani del 2007 (che non tutti conoscono), che stabilisce:

Chiunque deve aprire un nuovo contratto di assicurazione auto o moto, può usufruire della classe di merito più bassa di un componente convivente del proprio nucleo familiare, cosa voglio dire?

Se mio figlio deve aprire un suo contratto di assicurazione auto, anzichè entrare in 14esima classe, entrerà alla quinta, cioè la mia, con un risparmio considerevole di euro.

Assicurazione auto il Premio Assicurativo

Che sosa è il Premio assicurativo annuale?

Il Premio assicurativo è la cifra di denaro che si deve pagare annualmente (semestralmente, trimestralmente) per la nostra polizza RC auto, per avere in cambio dalla compagnia di assicurazione la copertura assicurativa per la nostra auto.

Come si determina il Premio assicurativo?

I parametri che determinano il prezzo del Premio sono dicersi, vediamoli:

  • L’età del conducente;
  • Se l’auto è usata dal solo proprietario o più persone;
  • Dalla classe di merito;
  • Dal numero di incidenti provocati;

Assicurazione auto la franchigia

La franchigia è una clausola nel contratto di assicurazione auto, che stabilisce la quota del danno che rimane a carico dell’assicurato.

Mi spiego meglio, praticamente, se nel contratto c’è scritto franchigiadi 500 euro, la compagnia di assicurazione pagherà solo i danni superiori a quella cifra, questo significa che fino a 500 euro li deve pagare di tasca propria l’assicurato.

Sicuramente starete pensando, che bella fregatura, e sono daccordo con voi, ma per ogni cosa c’è un motivo e adesso faccio chiarezza.

I clienti che accettano di avere un contratto con franchigia, lo fanno esclusivamente perchè il prezzo del Premio annuale è sensibilmente più basso, quindi è solo una questione di risparmio, che si potrebbe concretizzare, oppure, la franchigia potrebbe ritorcersi contro.

Visita il sito www.cisbroker.it per avere maggiori informazioni sulle possibilità per sottoscrivere la polizza assicurativa per la auto anche in ambito professionale.

Gadget aziendali: l’importanza di puntare sulla ricercatezza

I gadget aziendali esistono da sempre, piccoli oggetti da offrire in dono ai propri clienti più interessanti per fare in modo di ringraziarli, per fare in modo di renderli fedeli alla vostra causa, alla vostra azienda. Spesso gli stessi gadget aziendali vengono anche offerti in dono ai dipendenti, anche in questo caso per ringraziarli del lavoro svolto e per fare in modo che si sentano orgogliosi di fare parte di quella realtà aziendale.

Un tempo i gadget aziendali più diffusi erano davvero molto semplici, economici, poco affascinanti. I gadget venivano realizzati in questo modo perché ancora non se ne conosceva l’immenso potere. Si sperava che riuscissero a portare un po’ di gioia nel cuore di chi li riceveva, ma non tutti credevano fino in fondo in questo potenziale. Mano a mano che gli anni passavano però sempre più persone hanno compreso che quel piccolo gadget era davvero capace di fissare nella mente di colui che lo riceveva il nome dell’azienda. Così da quel momento i produttori di gadget hanno deciso di creare anche delle opzioni davvero molto ricercate, lussuose e personalizzabili al cento per cento.

Scegliendo prodotti ricercati e lussuosi, è possibile fare breccia anche nel cuore più gelido, è possibile colpire l’attenzione anche di quei clienti che di sicuro non vengono in alcun modo scalfiti da una penna con il nome dell’azienda inciso sopra o da una tazza per la prima colazione. Si tratta quindi di gadget che magari non è consigliabile scegliere per tutti, anche perché ovviamente un po’ più costosi rispetto a quelli di stampo tradizionale, ma che possono essere una valida scelta per i clienti in assoluto più importanti e per i dipendenti senza il cui operato la vostra azienda non avrebbe neanche senso di esistere.

Tra i prodotti ricercati e lussuosi che meglio degli altri ci ci sentiamo in dovere di ricordare, c’è la biancheria, in modo particolare quella per il bagno. Offrire in dono asciugamani oppure accappatoi è un modo per farvi spazio nella sfera intima di clienti e dipendenti, un modo per far loro comprendere quanto ci tenete al loro personale benessere. Ovviamente dovrete optare per modelli realizzati con la sugna di migliore qualità oppure con microfibra di eccellente fattura e dovrete accertarvi che si tratti di biancheria morbida, delicata a contatto con la pelle e allo stesso tempo anche davvero molto chic. In alternativa potete optare per un telo da mare o da piscina, anche in questo caso in spugna oppure in microfibra di prima scelta. Questo è il gadget aziendale ideale da offrire durante gli eventi che hanno luogo nella bella stagione, a partire dalla primavera sino alla fine del periodo estivo.

Attività di recupero crediti: quanto costano?

Gli interventi di recupero crediti sono richiesti sempre più frequentemente, soprattutto da parte di imprese che intendono ottenere il pagamento di somme più o meno elevate da parte di soggetti morosi.
Usufruire di un servizio come questo può essere davvero un’ottima soluzione, in quanto le agenzie specializzate vantano un’elevata professionalità, dunque le possibilità che il processo si concluda con esito positivo sono molto alte.
Ma quali sono i costi di questo servizio? Cerchiamo di fornire una risposta esauriente a questo quesito.

I costi di un’attività di recupero crediti

Le agenzie specializzate in recupero crediti praticano dei prezzi differenti, di conseguenza è tutt’altro che improbabile che aziende concorrenti propongano un costo diverso per la gestione della medesima pratica.
Al di là di questo si possono comunque fornire delle indicazioni molto utili a chi si sta interessando a un servizio come questo: le aziende operanti in questo settore, infatti, articolano i loro preventivi in modo molto simile.
Anzitutto, se si richiede un servizio di recupero crediti è necessario prevedere un costo per l’apertura della pratica: questo costo è fisso, dunque prescinde dall’entità dell’importo da recuperare, e deve essere sostenuto in tutti i casi, anche laddove il recupero del credito si concluda con esito negativo.
Oltre a questo costo deve essere prevista una spesa di carattere provigionale, ovvero una percentuale che l’agenzia tratterrà dalla somma recuperata.
A differenza del prezzo di apertura pratica, quest’ultimo costo deve essere sostenuto solo ed esclusivamente laddove il processo di recupero del credito abbia esito positivo.

Il risparmio che questo servizio sa garantire

Se si parla dei costi di un servizio di recupero crediti è fondamentale sottolineare che optando per questa soluzione è possibile garantirsi un importante risparmio economico.
Affidare il recupero del credito a un’agenzia, infatti, rappresenta un’alternativa al classico iter giudiziario, il quale nella grande maggioranza dei casi si rivela molto più costoso.
Intraprendere le vie legali è inoltre un processo molto più lungo e complesso, senza trascurare il fatto che seguendo questo iter non è possibile conoscere in modo preciso che spese devono essere sostenute.
Questo non si verifica, come visto, nei servizi di recupero crediti: i costi presentati da queste agenzie sono determinati in modo chiaro al momento della richiesta e non possono in alcun modo variare.

Altri importanti aspetti da non trascurare

Vi sono anche delle ulteriori ragioni per cui rivolgersi a un’agenzia specializzata in recupero crediti è da considerarsi una soluzione ottimale: in questo modo infatti l’azienda può delegare all’agenzia tutte le attività connesse con la risoluzione di tale problematica, concentrandosi così in modo totale sul proprio business.
Le aziende che hanno già scelto questo iter, inoltre, lo suggeriscono vivamente ritenendolo prezioso per proteggere l’immagine dell’impresa e la sua credibilità dinanzi agli occhi dei clienti e dei fornitori, e quest’ultimo aspetto non deve affatto essere sottovalutato.
Laddove si dovesse riscontrare che il soggetto debitore non abbia le risorse necessarie per riconoscere la somma dovuta, le agenzie sanno comunque suggerire all’azienda cliente in che modo procedere.

Traslocare a Roma i prezzi in 5 minuti

Per un trasloco urgente a Roma si vuole comunque trovare prezzi che siano abbordabili. La ricerca può essere affrontata comodamente seduti a casa di fronte al proprio pc, difatti è facile consultare un’azienda che ci prepari un preventivo online.

Facile e veloce, come già detto, richiedere un preventivo online ai professionisti del settore traslochi è inoltre un modo per assicurarsi i servizi di qualità attraverso l’uso di attrezzature all’avanguardia, elevatori per portare fuori i vostri mobili anche per appartamenti siti al dodicesimo piano, camion imbottiti per assicurare l’integrità dei propri oggetti di valore, sponde montacarichi nonché servizi come la custodia di mobili per brevi e lunghi periodi in spazi dedicati.

 

Alcuni esempi di prezzi

Alcuni esempi di prezzi ci forniscono un’idea su quali siano le cifre verso le quali ci possiamo orientare quando chiediamo il preventivo del nostro trasloco a o verso Roma.

Per un trasloco tutto incluso “chiavi in mano” i prezzi partiranno da 800 euro.

Per i traslochi invece che non comprendono lavori successivi sull’appartamento i prezzi possono abbassarsi fino a raggiungere i 450 euro o 300 euro per gli ultraeconomici. Per i pratici del fai da te invece, è possibile risparmiare fino a far scendere il prezzo a 135 euro.

Al prezzo di base vanno aggiunte altre varianti: il trasporto di una camera da letto, compresa di smontaggio, imballaggio e trasporto, può far salire il costo di 200 euro, mentre per la cucina si arriva a 300 euro, visti anche i costi che potrebbero essere necessari per l’intervento di un idraulico. Per il trasporto di pianoforti, strumenti fragili in generali, casseforti eccetera potrebbe esserci un sovrapprezzo di 200 o 300 euro.

 

Traslochi da Roma verso un’altra città

Per traslochi più complessi potrebbero servire più di una giornata e i costi saranno leggermente più alti. Un trasloco semplice si effettua in una giornata, ma se si desidera spostarsi da Roma e cambiare città, o se si viene da fuori, potrebbe essere necessaria un’eventuale sosta notturna, che inciderà e farà aumentare il prezzo finale. Si può scegliere se lasciare ai facchini il lavoro di smontare i mobili ed imballarli, ma questo farà certamente salire il costo finale. E’ difficile stabilire una fascia di prezzi per traslochi fuori città, ma tendenzialmente non si spenderanno meno di 1000 euro.

Da tenere in considerazione ovviamente le giornate di lavoro, eventuali soste notturne, la quantità di mobili e quindi la quantità di viaggi da effettuare per terminare il trasloco.