Commercio e prodotti per la casa: a chi rivolgersi per una porta del garage basculante

Magari cominciamo subito cosa dire a chi NON rivolgersi.

Con l’avvento di Internet, ogni cosa può essere trovata sul Web e così anche le porte da garage. Infatti, è possibile ordinare la propria porta basculante on-line, ma onestamente, comprereste una casa dal Web? No, non lo fareste pretendereste di recarvi fisicamente sul luogo e osservare ciò che potrebbe essere un investimento e toccarlo con mano. Allo stesso modo è importante vedere la porta prima di acquistarla in modo da ricevere le risposte alle vostre domande, avere gli specifici ed essere aiutati a scegliere un eventuale sistema automatizzato adatto al proprio garage. Scegliete quindi un rivenditore autorizzato e rinomato per mettere in mani sicure questo importante acquisto.

Per conoscere un po’ di più su cosa in realtà è una porta basculante sicura, vi offrirò un breve sunto.

Le porte basculanti per garage

Si tratta di un tipo di apertura tra quelli più usati. Il suo principio è semplice, essendo composta di un unico pannello, essa scorre all’insù e alloggia in modo parallelo al soffitto.


Il suo meccanismo è costituito da due rotaie disposte lungo le pareti del garage che, con un sistema di contrappesi assicura un funzionamento scorrevole. Tra i vantaggi troviamo un’apertura che non richiede sforzo e che è molto sicura durante l’apertura e chiusura della stessa. Permette di avere molto spazio a propria disposizione e non ne è rubato alcuno dalla porta stessa. Il suo prezzo rientra tra i più economici.

 

Solitamente questo modello è confezionato in acciaio zincato, ma si trova disponibile anche in legno e in PVC.

 

Per un maggiore confort, se ne possono trovare di motorizzate con telecomando per apertura a distanza, ma può tranquillamente essere preferita l’apertura manuale.

Se fosse necessario dover mantenere una certa temperatura all’interno del garage, tali porte possono essere isolate con una doppia lamiera e un materassino interposto che impedisce l’entrata del freddo.

 

Comments

comments

Leave a Reply