Le Camere di Commercio semplificano le procedure per le visure camerali

In passato, per chiedere una visura camerale, era necessario presentarsi allo sportello e compilare il modulo per la richiesta del documento. Per questa come per altre procedure analoghe, le file erano interminabili.

Oggi, le Camere di Commercio italiane cambiano volto grazie all’utilizzo massiccio di informatica e Internet. Sono più di 150mila le operazioni che si possono fare online rispetto al recente passato.

Senza aiuti legislativi, le Camere di Commercio hanno semplificato in gran parte le procedure per le operazioni comuni: chiedere una visura camerale, aprire un’attività, gestire il proprio marchio nell’ambito del Made in Italy diventa così più semplice.

Ciò significa che le imprese perdono meno giorni lavorativi, dando quindi frutti maggiori in base alla propria attività. Un caso di eccellenza in tal senso è la Camera di Commercio di Campobasso.

Questo ente non ha aspettato che le leggi a tema fossero approvate, ma ha preferito seguire i consigli e le giuste lamentele degli imprenditori che cercavano delle visure camerali o altri documenti analoghi.

Il primo punto è stata la trasparenza: online si possono trovare dalle graduatorie per l’assegnazione dei posti all’interno della Camera di Commercio al modulo di contatti per avere contatto diretto con la Pubblica Amministrazione.

Rendere disponibili online gran parte delle operazioni non significa semplicemente rendere “più comoda” la richiesta di una visura camerale e allentare la morsa della burocrazia: gli imprenditori trovano nel pubblico una marcia in più, uno strumento utile e parallelo a quanto già presente nel privato.

 

La scelta di gestire online è riferita, purtroppo, solo ad alcune realtà locali che hanno avuto la sensibilità e la volontà di cambiare prospettiva nonostante i fondi sempre limitati.

Le Camere di Commercio che hanno scelto di semplificare chiedono al Governo non tanto nuove risorse, ma soprattutto una legge che consenta di utilizzare i mezzi informatici che ci sono già.

In un possibile futuro, in tutta Italia si potrà chiedere una visura camerale direttamente da casa. Per ora, gran parte d’Italia deve rivolgersi a società specializzate per effettuare questa operazione, oppure presentarsi alla camera di commercio della zona per ottenere i documenti necessari per la propria attività, perdendo tempo prezioso.

Comments

comments

Leave a Reply