La scelta del sistema operativo per un server dedicato

Da quando la rete internet si è espansa a macchia d’olio, la maggioranza delle imprese ha puntato nel web per espandere le proprie attività, permettendo così l’ampliamento del proprio bacino di clientela e dunque una maggiore possibilità di vendita. A questo punto, per ottenere una gestione efficiente per il proprio sito è opportuno rivolgersi a professionisti che siano in grado di garantire assistenza e supporto per il tuo server. È importante affidarsi ad un provider con il quale poter confrontare le proprie idee per poterne trarre la migliore conformazione di hardware e la migliore soluzione per i software che possano rendere le prestazioni del tuo server nettamente superiori. Quando si tratta di dover confrontare un server dedicato Windows rispetto ad un server dedicato Linux, è importante parlarne con una persona che sappia valutare in maniera corretta e professionale quale possa essere la migliore soluzione per le proprie esigenze. Spesso capita infatti di affidarsi in modo sbagliato ad un provider che però poi rende il nostro sito poco fruibile e assolutamente statico. Due condizioni queste assolutamente penalizzanti per la crescita della nostra impresa online. C’è da dire infatti che, nonostante Linux abbia tantissime risorse open source, e quindi di conseguenza sia relativamente più economico, la flessibilità, la stabilità e la sicurezza che caratterizza i server dedicati Windows è sicuramente maggiore. Anche se in un primo controllo di spesa può sembrare più costoso, a lungo termine, con l’accumulo del flusso di dati e di conseguenza dei bug che può provocare un programma gratuito, ci si rende conto che le penalizzazioni sui motori di ricerca e le problematiche che possono risultare da un server Linux, portano minor guadagno all’azienda e di conseguenza un costo più altro per l’ammortamento del server.

Comments

comments

Leave a Reply